Quanto ci costano gli influencer in Alto Adige?

Tra chi anela ad un maggiore sviluppo turistico della provincia e chi, invece, ritiene si sia già giunti a saturazione, sta IDM, che investe 250000 euro all’anno nella potente arma degli influencer per la promozione dell’Alto Adige, soprattutto in bassa stagione

Con l’obiettivo di aumentare il tasso di competitività dell’Alto Adige – a livello turistico, ma non solo -, IDM dispone di un finanziamento complessivo di quasi 48 milioni di euro che, tolte le spese per la propria struttura ed i collaboratori, investe nella promozione della nostra provincia (dati 2021).

L’INTERROGAZIONE IN CONSIGLIO PROVINCIALE

Proprio pochi giorni fa, in sede di consiglio provinciale, Paul Köllensperger ha presentato una interrogazione all’indirizzo del presidente Kompatscher volta a chiarire il rapporto tra IDM e  la coppia di influencer per eccellenza Ferragni-Fedez. Nella stessa circostanza si chiedeva di indicare gli importi destinati alla promozione tramite influencer in generale.

Appurato che non esiste una relazione commerciale tra la provincia di Bolzano ed i Ferragnez, BZ News 24 ha approfondito l’argomento con chi si occupa direttamente di questa materia in IDM: Florian Castlunger, Coordinator Influencer & Creator Relations.

LA SPESA PER INFLUENCER IN ALTO ADIGE

Il dato che emerge è che nel 2021 e 2022 la spesa per gli influencer attivi in 8 mercati nazionali – comprensiva di compensi e costi vivi di viaggio e soggiorno – si è aggirata intorno ai 250.000 € annui, circa il 30% del budget riservato alle PR. Ammontare in crescita, a causa della pressione inflattiva che si sta abbattendo orizzontalmente su tutti i settori. Il range delle collaborazioni è estremamente ampio: si va dalla creazione di contenuti in cambio di una vacanza, ai 600-800 euro per gli influencer con meno follower, fino ai 10.000 euro per una collaborazione spalmata su tutto l’anno con profili da 200.000 follower.

Il dettaglio delle cifre versate per ogni collaborazione risulta consultabile nella sezione Trasparenza del sito IDM, ma perfino chi scrive ha avuto difficoltà nel reperimento dei dati navigando in questo settore molto poco user-friendly del portale IDM.

LA SELEZIONE DEGLI INFLUENCER

IDM utilizza la leva degli influencer dal 2017, puntando sulla credibilità, l’emozionalità e l’effetto di imitazione da parte di una community che osanna i propri beniamini e cerca in ogni modo di vivere come loro. I canali social presidiati dall’agenzia di promozione sono YouTube, Instagram e Facebook. Ma i post promozionali sull’Alto Adige possono però apparire anche su TikTok, Twitter o blog, nel caso in cui i content creator scelti dall’azienda siano presenti anche su queste piattaforme.

Gli influencer vengono selezionati dal dipartimento appositamente creato in IDM sulla base della compatibilità con il marchio Alto Adige ed i valori incarnati dalla provincia, oltre ovviamente, alla reach dei propri profili social. Stile e qualità dei contenuti, ça va sans dire, sono parte del pacchetto richiesto. Nelle parole di Florian Castlunger: “L’obiettivo resta quello di comunicare tutte le zone della provincia per attrarre un turismo di qualità, che sappia apprezzare le bellezze del nostro territorio e che abbia una certa disponibilità di budget da investire nel proprio soggiorno. Sostenere il turismo in bassa stagione è una priorità, per questo stiamo puntando molto sulla primavera e l’autunno. Dai numeri che ci comunicano albergatori e ristoratori, sembra proprio che il mix marketing scelto da IDM stia dando propri risultati”.

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?