Alexia: ”Porto sul palco le mie hit e la mia vita”

La dance e i grandi successi, certo. 

Uh-la-la e Sanremo, ci mancherebbe. 

I tour europei, senza dubbio. 

L’Alexia che sale sul palco di Laives per un concerto gratuito organizzato dal Comune al Black Box è, però, un’artista diversa rispetto a tanti piccoli segmenti. Più completa e meno episodica (seppur di episodi brillantissimi si tratta). Canta un percorso e non solo i boom. Chiacchierando con lei ci tratteggia una parabola che adesso porta sul palco una grande musicista con un’intensità maggiore. 

“La prima cosa da sottolineare è che i concerti per me adesso sono qualcosa di molto più profondo. Sul palco racconto un percorso artistico, una carriera e, in parte, una vita”. 

È cambiata tanto negli anni la tua cifra artistica? 

“È cambiato la voglia di raccontarla e il come. Adesso quando suono mi piace anche omaggiare i grandi miti che hanno caratterizzato la mia crescita. Quelli che sono stati i miti d’ispirazione. Su tutti Aretha Franklin”

L’Alexia che cantava Dimmi Come o vinceva Sanremo è tanto distante da quella di oggi? 

“Non è questione di distanza ma di visione di cosa si intende raccontare con l’arte. Tempo fa misuravo la mia musica quasi solo in base a quello che era il suo percorso discografico. Ero molto condizionata da quello. Oggi cerco qualcosa di più totalizzante cercando vari fattori di soddisfazione. Ho anche la fortuna di avere un gruppo di musicisti di assoluto livello che mi permette di portare uno spettacolo a tutto tondo. Sono fortunata”

Cosa è cambiato di più in questo percorso? 

“Tanto. Se devo individuare un particolare momento di rottura, però, posso dire che il lockdown ha rappresentato uno spartiacque. Ha cambiato alcune cose”

Ti dà fastidio l’icona dance in cui molti ti incasellano? 

“No perché capisco anche che ci sia in questo mondo la necessità di creare delle categorizzazioni dove infilare e valorizzare gli artisti. Poi, però, anche qui si cresce, ci si consolida e si guadagna la possibilità di raccontarsi anche in altri modi senza rinnegare nulla”

Che rapporto ha con i suoi grandi successi dance? Odi et amo? 

“Rientrano in quel non rinnegare nulla che dicevo prima. Sono qualcosa di importante e sono un qualcosa che si può sempre raccontare nuovamente. Aggiornare e ripescare. Siamo sempre racconti in divenire d’altronde con un passato da tenere come tassello del proprio futuro”

Adesso è più intimo il tuo rapporto con il pubblico? 

“Sì, assolutamente. Sono in grado di costruire un rapporto più profondo. Ogni volta non vedo l’ora di viverlo. Con grande intensità”. 

Alan Conti

Alan Conti, direttore responsabile Bz News 24. Peregrinando tra redazioni e televisioni. Città e situazioni. Sempre alla ricerca della prossima notizia da raccontarvi.

Alan Conti has 5744 posts and counting. See all posts by Alan Conti

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?