Il gallo Garibaldi canta all’alba: petizione per farlo smettere

Il gallo Garibaldi canta sempre alle 4 del mattino e i vicini non ne possono più. Tanto da aver presentato al comando di polizia municipale una petizione contro l’animale scatenando le ire degli animalisti. 

LA STORIA DI GARIBALDI

Accade a Copparo in provincia di Ferrara dove la storia di Garibaldi sta surriscaldando la comunità e il web (quello nella foto è proprio lui, eletto a mascotte del gruppo Facebook Sei di Copparo se). 

L’aspetto curioso è che Garibaldi in realtà è…di nessuno. È semplicemente scappato dal mercato ed è stato simbolicamente acquistato per un euro da Alberto Vezzali che lo ha visto arrivare nel suo giardino. Luogo che Garibaldi ha eletto come nuova dimora portandoci talvolta pure la gallina Biancaneve. 

“LA GENTE INVEISCE CONTRO”

“La gente ogni tanto mi grida contro di vergognarvi per il comportamento di Garibaldi ma è una situazione surreale perché il gallo in realtà non è mio. Nè lui nè Biancaneve”.  Dopo essere riuscito a sfuggire alle insidie del mercato, dunque, al pennuto toccherà superare quelle del vicinato portando con sè la sua bella. 

Alan Conti

Alan Conti, direttore responsabile Bz News 24. Peregrinando tra redazioni e televisioni. Città e situazioni. Sempre alla ricerca della prossima notizia da raccontarvi.

Alan Conti has 5952 posts and counting. See all posts by Alan Conti

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?