Raccolti 28.000 euro: Souhayl è di nuovo in Alto Adige

Atterrata ieri ad Innsbruck l’aeroambulanza che ha riportato Souhayl Absi da Tunisi. Il ragazzino ha contratto la meningite in vacanza e il fratello ha chiesto alla Croce Bianca di aiutarlo con una petizione

Sono bastati pochi giorni per raccogliere i 28.000 euro necessari a riportare in Alto Adige il giovanissimo Souhayl Absi colpito da meningite mentre si trovava in vacanza a Tunisi con il fratello Rayen. Proprio quest’ultimo è un volontario della croce bianca e alla sua associazione si è rivolto quando la situazione è precipitata e Souhayl è stato indotto al coma artificiale dai dottori tunisini.

L’articolo per sensibilizzare alla donazione

IL RINGRAZIAMENTO DELLA CROCE BIANCA

Grazie ai soldi raccolti, dunque, l’adolescente si è potuto imbarcare su un’aeroambulanza atterrando poi ad Innsbruck nella giornata di ieri. La Croce Bianca, che è rimasta in contatto costante con le strutture sanitarie tunisine, ha voluto ringraziare con un post su Facebook i tanti donatori. “Ancora una volta gli altoatesini hanno dimostrato una generosità straordinaria e uno spirito di solidarietà incredibile”.

Alan Conti

Alan Conti, direttore responsabile Bz News 24. Peregrinando tra redazioni e televisioni. Città e situazioni. Sempre alla ricerca della prossima notizia da raccontarvi.

Alan Conti has 5851 posts and counting. See all posts by Alan Conti

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?