Conte si confessa: “Lascerò l’Inter meglio di come l’ho trovata”

MILANO. “L’Inter che lascerò sarà migliore di quella che ho trovato”. Antonio Conte si apre oggi in una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport alla Pinetina. “Vivo 24 ore per questa squadra e curo ogni settore perché ognuno dia il meglio di sè. Tutti, non solo la squadra. Costruire una mentalità vincente non è facile e non passa solo dall’acquisto di un calciatore o da un tecnico”. La valutazione di Conte della scorsa stagione, in questo percorso, è con le pinze. “Abbiamo fatto qualcosa di incredibile anche grazie alle defaillance altrui. Il -1 dalla Juve è arrivato perché loro hanno un po’ mollato dopo aver vinto lo scudetto. In ogni caso anche anche Klopp a Liverpool ci ha messo 4 anni prima di vincere”.

La preoccupazione immediata è il passaggio del girone in Champions: “Serve un’impresa ma faremo di tutto per restarci”. C’è spazio anche per i singoli: “Eriksen? Faccio scelte per la squadra non per il solo giocatore. Bastoni? Ho visto subito che potenzialità poteva avere. Vidal? Sa sempre cosa fare, deve entrare in forma giocando”.

Alan Conti

Foto Conte Instagram