Zerzer (Asl): “Non abbiamo personale per 80 terapie intensive in Alto Adige”

BOLZANO. Il direttore generale dell’Azienda Sanitaria altoatesina Florian Zerzer lancia l’ennesimo allarme alla popolazione sulla diffusione dell’epidemia. “Abbiamo 41 pazienti in terapia intensiva, 18 sono a Bolzano. Siamo ad un centimetro dal collasso. Possiamo arrivare a 77/80 posti, è vero, ma non abbiamo il personale per assisterli. Ci vorrebbero altri 30 medici e 150 infermieri che non abbiamo. In estate abbiamo tentato di reclutare personale ma non lo abbiamo trovato”. Gli altri ricoveri in terapia intensiva si trovano a Merano in 8, Bressanone in 6, Brunico in 6 e Silandro in 3.

I pazienti in Rianimazione non sono solo anziani ma hanno dai 50 anni a salire e rimangono in reparto per 2 o 3 settimane. Ogni 16/18 ore vengono girati per permettere ai polmoni di recuperare elasticità.

Per quanto riguarda i ricoveri ordinari a Bolzano se ne contano 130 (50 in Geriatria, 31 a Malattie Infettive, 25 a Medicina e 24 ad Astanteria), a Merano 50, a Bressanone 48, a Brunico 40, a Silandro 23 e a San Candido 16.

I decessi di ieri sono stati 4: tre uomini ed una donna tra i 75 e gli 85 anni.

Alan Conti


Il video del giorno