Widmann: “In terapia intensiva in Alto Adige pazienti sempre più giovani”

BOLZANO. Continua a preoccupare in Alto Adige l’andamento dei pazienti in terapia intensiva. Il totale è di 33 ma, a fronte di una situazione stabile nei numeri, va registrato un movimento purtroppo costante. “Ieri cinque persone sono migliorate ma altre cinque si sono aggravate. Il dato stabile, quindi, in realtà è negativo perché avremmo potuto alleggerire la pressione ma non è stato possibile” spiega il direttore generale Asl Florian Zerzer.

Intanto la radiografia di quanto sta accadendo la propone anche l’assessore provinciale alla sanità Thomas Widmann: “I pazienti in rianimazione sono sempre più giovani e non tutti hanno patologie pregresse. Rispetto alla prima ondata abbiamo meno pazienti in intensiva e più ricoverati ma questo porta ugualmente il sistema al tracollo se non invertiamo la rotta”. (a.c.)

Foto Wikimedia Commons

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?