Termoscanner e merenda da casa: così ripartono le scuole dell’infanzia altoatesine

BOLZANO. Mercoledì inizierà il servizio d’emergenza per la scuola dell’infanzia in Alto Adige e oggi i singoli istituti hanno inviato alle famiglie le mail con tutte le disposizioni per i piccoli.

Prima di tutto i bambini potranno essere accompagnati e ripresi da un solo genitore. La merenda, al contrario dal resto dell’anno, dovrà essere portata da casa. Ogni giorno, inoltre, i genitori si prenderanno la responsabilità di misurare la febbre ai loro bambini garantendo sulla loro buona salute. Un termoscanner, in ogni caso, rileverà la temperatura all’entrata. In caso di temperatura superiore ai 37,5 m, astenia, dolori muscolari, tosse o congiuntivite il bambino non deve essere portato a scuola e va avvertita subito la scuola. In caso di assenza per malattia o per più di cinque giorni va presentato un certificato medico di buona salute. Nel caso il bambino presenti sintomi sospetti sarà isolato dagli altri e tenuto sotto osservazione avvertendo i genitori.

Nell’eventualità di un caso sospetto tutti i genitori degli altri bambini saranno avvisati per evitare contatti con terzi.

Alan Conti




Notice: Undefined index: img in /home/vvjzvqfc/public_html/wp-content/plugins/ct-ultimate-gdpr/includes/views/cookie-popup.php on line 116