Bolzano, oggi l’Svp decide il destino dei “furbetti” del bonus

BOLZANO. Non basterà aspettare che la tempesta passi. In casa Svp oggi sarà il giorno delle decisioni sul caso delle richieste di bonus da 600 euro. Sul banco degli imputati il vicepresidente ed assessore Arnold Schuler e i consiglieri provinciali Gert Lanz e Helmut Tauber (in questo caso due volte per 1.200 euro totali). La base è stata chiara: “La credibilità della Stella Alpina è stata compromessa, va ripristinata”. Qualcuno avrebbe anche già restituito la tessera. Sulla stessa linea l’Obmann Philipp Achammer (che ieri assieme al presidente Arno Kompatscher ha incontrato i tre richiedenti): “Non sempre ciò che è conforme alla legge è anche accettabile dal punto di vista politico”. Più sfumata la posizione del governatore: “Mi pare che ci siano delle differenze tra le tre situazioni”.

Sul tavolo una delle possibilità è togliere la carica di vicepresidente e le competenze da assessore a Schuler (proprio l’ala agricola che controlla è tra le più decise nel chiedere punizioni esemplari) e di capogruppo a Lanz .

Alan Conti

Foto Facebook Svp