Bolzano, la Lega sui parchi: “Fermare le mamme assembrate, più controlli”

BOLZANO. I parchi cittadini entrano nella discussione del consiglio comunale durante la seduta di questa sera. Ad introdurli la consigliera comunale della Lega Patrizia Brillo che chiede un giro di vite nei controlli delle aree verdi, specialmente in corrispondenza dei giochi per i bambini. Lo spettro è quello della chiusura. “Purtroppo sono pieni di mamme che si assembrano senza mascherine. Mi spiace per i bambini che hanno bisogno di svago e di stare all’aria aperta ma i genitori devono rispettare le norme. I parchi potrebbero anche restare aperti ma c’è bisogno di maggiori controlli perché se parliamo di assembramenti di fronte ai bar allora parliamo anche di quelli ai parchi”.

Contrario alla proposta il consigliere comunale del Pd Alessandro Huber: “Non comprendo come si possa richiedere la chiusura dei parchi gioco per i bambini in un periodo come questo. Anche solo poche ore di gioco all’aperto sono fondamentali per i più piccoli, schiacciati da giovedì tra Dad e lockdown. Certamente bisogna controllare che i genitori usino la mascherina, ma pensare di chiudere i parchi gioco ai bambini sarebbe davvero un inutile mossa. L’aria aperta è necessaria ed è da preferire a stare chiusi magari in stanze piccole. Ricordo inoltre che la Lega, invece di occuparsi di fare gli sceriffi a bolzano, si dovrebbe occupare delle politiche provinciali dove sta in giunta”.

Alan Conti


Il video del giorno