Imi, Kompatscher spinge il disegno di legge: “Va approvato”

Imi rialzata per i proprietari di alloggi che non affittano in Alto Adige. Il presidente della Provincia Arno Kompatscher prosegue deciso e difende il disegno di legge: “Spero che il consiglio provinciale lo approvi perchè non riguarderà il ceto medio e non colpirà il settore turistico”

La conferenza stampa dopo la seduta di giunta di oggi con il governatore Kompatscher collegato da remoto

L’Imi aumentata per le case sfitte è un punto su cui il presidente della Provincia Arno Kompatscher non intende arretrare. Il governatore lo ha fatto capire in modo chiaro nella conferenza stampa che segue la consueta riunione di giunta. “Mi auguro che il disegno di legge venga approvato dal consiglio provinciale perché si tratta anche di un punto previsto dal programma di legislatura”. Insomma, avviso ai naviganti: non è una di quelle votazioni dove ci si può riscoprire creativi.

L’IMI NON E’ AFFARE PER CETO MEDIO

Una delle critiche mosse al disegno di legge è quella di andare colpire anche il ceto medio oltre ai grandi immobiliaristi del territorio. “Sgomberiamo subito il campo da eventuali equivoci – chiarisce Kompatscher – perché l’aumento dell’Imi riguarda solo i comuni in cui i canoni di locazione e i prezzi di acquisto sono nettamente superiori alla media altoatesina. Non toccherà certo quei comuni periferici dove trovare un inquilino è particolarmente complicato. Penso a Bolzano dove ci sarebbe mercato ma non si trovano appartamenti a disposizione. Il nostro ceto medio non si trova certo nella posizione patrimoniale di mantenere tanti appartamenti sfitti”.

La spiegazione del meccanismo dell’Imi a livello nazionale

LE SECONDE CASE

Altro punto delicato è la questione relativa alle seconde case che in Alto Adige fa drizzare sempre le antenne del mondo turistico. “Si parla di appartamenti senza residenza ma saranno previste delle deroghe di tutela. In questo momento conta andare avanti senza lasciarsi intimidire da chi ha tanti appartamenti e sta facendo un po’ di propaganda” chiarisce il governatore.

LA PROPOSTA DI MONITORAGGIO

I Verdi hanno accolto con favore il disegno di legge chiedendo, tuttavia, un’analisi più approfondita della situazione sul territorio. “Servirebbe – scrive il partito in una nota – un monitoraggio più approfondito sulle case sfitte o vuote. Un osservatorio potrebbe dirci perché rimangono fuori dal mercato. Ci saranno quelle in attesa di essere risanate, quelle puramente speculative o quelle che rappresentano una forma di risparmio familiare”.

Alan Conti

Alan Conti, direttore responsabile Bz News 24. Peregrinando tra redazioni e televisioni. Città e situazioni. Sempre alla ricerca della prossima notizia da raccontarvi.

Alan Conti has 5744 posts and counting. See all posts by Alan Conti

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?