Bolzano, Bosatra avvia le consultazioni per il candidato sindaco: Bianchi davanti a tutti

BOLZANO. Le Europee in Alto Adige sono servite a far parlare delle Comunali. Nelle ore dopo lo scrutinio l’analisi è stata tutta incentrata su quello che potrà accadere alle amministrative e i partiti sono già in fibrillazione. Il commissario della Lega Maurizio Bosatra scenderà velocemente in campo per incontrare i partiti a Bolzano e il nome sulla bocca di tutti è quello di Christian Bianchi: “Ottimo candidato ma sceglieremo il nome assieme alla coalizione. Il modello di Laives, adattato, potrebbe andare bene anche per il capoluogo” dice ad Antonella Mattioli del giornale Alto Adige. Il nome dovrebbe arrivare al massimo a settembre.

Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia partono con una dote fortissima del 41% qualora convergesse su un unico nome ma anche il programma sarà argomento spinoso. Oggi Bosatra vedrà Alessandro Urzì e appena possibile Michaela Biancofiore. Lunedì toccherà alla sezione cittadina della Lega poi si metterá il focus più importante: l’Svp. La campagna elettorale deve iniziare a settembre nelle intenzioni del Carroccio.

Bianchi è davanti a tutti per molti motivi: rappresenta il primo governo di un certo peso tra centrodestra ed Svp, gode dell’appoggio del vicepresidente provinciale Giuliano Vettorato e non ha l’etichetta di un singolo partito. Di traverso si è già messa Biancofiore: “Non è pensabile che il candidato sindaco di Bolzano sia di Laives. È una follia e un insulto a tanti validi bolzanini”. Il primo nome alternativo sembra essere quello di Claudio Corrarati, presidente di Cna, che ha già dato la sua disponibilità.

Alan Conti


Condividi