Bolzano, assembramenti davanti ai locali per l’asporto: “Via la licenza a chi non rispetta le regole”

BOLZANO. Gli assembramenti davanti ai locali di Bolzano collegati all’asporto sono il cruccio del sindaco Renzo Caramaschi. “Così non ha senso. Era meglio lasciare bar e ristoranti aperti con obbligo di sedersi ai tavoli”. Il centralino della polizia municipale è incandescente da giorni per le segnalazioni dei cittadini. Ieri sono state elevate 22 sanzioni per il mancato rispetto delle disposizioni. “Oggi al comitato per l’ordine e la sicurezza proporrò che in caso di reiterazione della violazione parta la segnalazione alla Provincia per la revoca della licenza”. La municipale, nel frattempo, sta utilizzando anche una pattuglia in borghese per controllare questo tipo di assembramenti. “Non vogliamo punire – chiude il comandante Sergio Ronchetti – ma la gente deve comprendere che il rispetto di queste regole è fondamentale per la salute di tutti e per uscirne”. (a.c.)


Il video del giorno