Alto Adige, elezioni agrodolci per i partiti nazionali: bene la Lega, perde il Pd

BOLZANO. Queste elezioni comunali ci hanno anche indicato lo stato di salute dei partiti nazionali sul territorio mettendone a nudo il loro radicamento. Fra questi quello che ha fatto meglio è la Lega che, oltre a migliorare la performance nei comuni in cui si era già presentata cinque anni fa, riesce ad entrare in molti altri consigli comunali. Trend positivo anche per Fratelli d’Italia che riesce a fare un po’ meglio del recente Alto Adige nel Cuore eleggendo consiglieri a Bolzano, Laives, Brennero e Merano. Pollice basso, invece, per il Partito Democratico che, invece, ha presentato meno liste rispetto alla precedente tornata elettorale perdendo automaticamente rappresentatività. Il Movimento Cinque Stelle, dal canto suo, scompare da Merano e Bolzano, eleggendo invece un consigliere a Brunico, Laives e Salorno.

La Lega, dunque, riesce ad entrare per la prima volta nei consigli comunali di Lana, Postal, Ortisei, Bronzolo, Egna, Vadena, Brunico, Varna (realtà in cui riesce ad eleggere ben due rappresentanti) mentre conferma o migliora la sua performance nei centri più grandi come Bolzano, Merano, Laives e Bressanone.



Il Partito Democratico, invece, non riesce a fare una propria lista in diversi Comuni in cui si era presentato cinque anni fa fra cui Marlengo, Silandro, Appiano, Egna, Bronzolo, Salorno, Sarentino, Brunico e Brennero. Perde eletti a Bressanone, Bolzano e a Laives, dove passa da sei consiglieri a due. Conferma, invece, i propri consiglieri a Lana e Merano. Ritorna in consiglio comunale a Malles mentre riesce ad eleggere due consiglieri a Cornedo all’Isarco.

Giuseppe Marino

Foto Bz News 24