BZ News 24
homeSport

Bruins-Leafs, stanotte scontro tra titani

Stanotte in Nhl la sfida tra Boston e Toronto a riaccendere un’antica rivalità. In questa stagione sono tra le squadre migliori dell’intera lega e sicuramente il vertice dell’Atlantic Division: “Una sfida elettrizzante”

di Alan Conti

È il meglio che ci sia per l’Atlantic Division e questa sera andrà in scena al Td Garden di Boston. Bruins e Maple Leafs incroceranno le stecche sul ghiaccio alle ore 1.00 italiane per uno dei match più spettacolari della nottata (ma occhio anche a Golden Knights-Oilers alle 4.00). La prima grande domanda è come reagirà Boston alla prima sconfitta casalinga? Che il quesito arrivi a gennaio la dice lunga sulla solidità del Bruins ma tant’è. Merito di quei Kraken impressionanti (travolgenti in trasferta) che giovedì si sono imposti in modo netto. In tutto, però, per in gialloneri le sconfitte sono state appena cinque in questa regular season e una di queste è arrivata proprio contro gli avversari canadesi di questa notte. Sempre, tuttavia, guardando i Leafs dall’alto di 9 punti di vantaggio in classifica: un’enormità.

“Un test per capire a che livello siamo”

“E’ solo un modo per verificare come stiamo e quali sono i livelli tra noi – spiega Mark Giordano – perché la differenza di punti con chi sta battendo i record della percentuale di vittorie è ancora troppa ampia. I Bruins sono una squadra veloce e sarà certamente un match elettrizzante”. Vediamo, però, se Boston avrà superato quella fatica mentale lamentata da coach Jim Montgomery dopo il lungo viaggio ad ovest (peraltro trionfale con le vittorie contro Kings, Avs e Ducks). “E’ più di una normale partita perché, assieme a Carolina, credo che si troveranno di fronte le squadre che hanno fatto meglio fino ad ora” il pensiero dell’allenatore.

Chiudersi in difesa la tattica anti Bruins?

A novembre Toronto vinse stringendo le linee in difesa e lasciando ai Bruins le briciole di 21 tiri. Stessa strategia utilizzata da Seattle che non ha permesso nemmeno ad uno spillo di avvicinarsi alla gabbia. Squadre che presidiano quasi militarmente la zona centrale e che pongono una nuova sfida a Montgomery: creare occasioni anche in situazioni simili. “Non possiamo nascondere che questa sia una data che abbiamo cerchiato di rosso sul calendario” chiude Zach Aston-Reese. “Siamo pronti a divertirci”.

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?