Voli a terra? Ukrainan Airlines si inventa il sorvolo di Chernobyl

KIEV (Ucraina). Si chiamano “Flights To Nowhere” e “Mistery Flights” e sono la nuova frontiera degli orfani del volo. Prendere un aereo, per ovvi motivi, in questo periodo è molto difficile ma la creatività (specie nel settore travel) è sempre in azione.

I Flights To Nowhere sono sostanzialmente dei sorvoli panoramici con snack e vista particolare dal finestrino. Non si va verso qualcosa ma sopra qualcosa. Un modo per catturare i clienti pure in un momento di stagnazione del mercato. Particolare, in questo senso, la scelta operata da Ukraine International che ha registrato un immediato ed entusiasta sold out: sorvolare l’area intorno alla centrale nucleare di Chernobyl nella città, ormai abbandonata, di Prypiat. Decollo da Kiev Boryspil a bordo di un E195 (UR-EMG). Primo volo operato ieri e subito rinnovato per una seconda data il 13 marzo. L’altezza di volo è particolarmente bassa (900 metri) per permettere ai passeggeri di avere una buona visuale del territorio percorrendo il tratto lungo il fiume Dnipro. Oltre a questo il sorvolo prevede anche un passaggio sopra la zona di costruzione dei famosi aerei Antonov (la più grande del mondo) per una durata complessiva di circa un’ora e dieci minuti. La guida é un vero pilota della compagnia aerea. Prezzo tutto sommato accessibile: 95 dollari (79 euro) a persona.

In Australia, invece, la compagnia aerea Qantas ha deciso di puntare sui Mistery Flights in partenza da Melbourne dal 1 maggio), Sydney (dal 18 aprile) e Brisbane (dal 27 marzo). Le destinazioni, dunque, saranno segrete al momento del decollo ma mai più lontane di due ore dalla località di partenza. Qantas rivelerà soltanto alcuni piccoli indizi. I pacchetti in vendita comprenderanno il volo e tutta la giornata.

Alan Conti

Foto Urbex Berlin Instagram

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?