Vipiteno, l’accusa: “Ricoverato tre giorni all’ospedale per le botte dei Krampus”. La replica: “Bugie”

VIPITENO. Scherzavano. Erano tutti d’accordo. Eppure sulla discussa “sfilata” dei Krampus a Vipiteno ora spunterebbe anche una prognosi ospedaliera. A presentarla è Fabio Vetró, coordinatore della Lega della zona della Val d’Isarco e Pusteria. “Un mio caro amico ha riportato delle ferite. Deve rimanere ricoverato tre giorni in ospedale a Bressanone per forti confusioni oltre ad ulteriori dieci giorni di prognosi a casa per la convalescenza. Altro che violenza necessaria come l’ha definita il sindaco di Vipiteno. La sfilata dei Krampus dovrebbe essere una festa per i bambini invece l’associazione invita addirittura a stare a casa”. Articolato il commento politico a quanto accaduto. “Difendiamo i valori e la tradizione ma saremo sempre contrari a certe degenerazioni. Auspichiamo che l’inchiesta identifichi le responsabilità di chi è andato oltre il limite e speriamo che questa festa torni ad essere a misura di bambino. La sicurezza deve sempre essere garantita. Non esiste tradizione che prescinda da questo”.

Non risultano, tuttavia, denunce per lesioni quindi ogni accusa andrà poi verificata, semmai, dalle autorità. La levata di scudi avversa alla ricostruzione della Lega, infatti, sui social è abbastanza unanime.

Questa, inoltre, la versione Open che ricostruisce un’altra verità

Qui, invece, la posizione del comitato organizzatore in un comunicato di oggi




Notice: Undefined index: img in /home/vvjzvqfc/public_html/wp-content/plugins/ct-ultimate-gdpr/includes/views/cookie-popup.php on line 116