Vaccini, ancora ritardi nella fornitura di 240.000 dosi

ROMA. Nella fornitura di dosi del vaccino Pfizer all’Italia i ritardi si accumulano a ritardi. La fornitura già tagliata del 29% che doveva arrivare ieri è ancora, in parte, in ritardo. Ieri sono state consegnate 102.960 dosi, oggi erano attese altre 294.840 ma ne saranno consegnate solo 53.820. Il resto domani.

Un andamento sincopato che ha infastidito il commissario Domenico Arcuri (“comportamento inaccettabile”) che, a sua volta, ha dato mandato all’Avvocatura di Stato di approfondire le possibilità di applicare eventuali penali. Nel blindatissimo accordo di fornitura pare che vi sia una sanzione pari al 20% di tutte le dosi pattuite non consegnate in tempo. Totale, però, calcolato ogni tre mesi. Un passaggio, tuttavia, prevede che le forniture siano omogenee nel tempo e questo potrebbe giocare a favore dello Stato. Ogni dose viene pagata 12 euro a Pfizer.

Alan Conti


Il video del giorno