Trento, Papillon è uscito dal letargo: attaccata un’arnia

TRENTO. L’orso più famoso delle Alpi, eternamente fuggiasco, si è risvegliato dal letargo. Papillon (o M49 per chi non vuole personalizzarlo troppo) avrebbe approfittato dei primi caldi per “attaccare” un’arnia di un’azienda agricola nel comune di Castello di Molina di Fiemme. Obiettivo rubare un po’ di miele. Sarebbe stato messo in fuga da tre cani. A tradirlo, tuttavia, ci sono le impronte che riportano al plantigrado che si fece beffe dei forestali scappando dal recinto di Casteller a sud di Trento. Su di lui pendono due ordinanze di cattura firmate dalle province di Trento e Bolzano. Fino ad ora non ha mai mostrato atteggiamenti aggressivi verso l’uomo. (a.c.)