Storica notte degli Oscar: trionfa Parasite

LOS ANGELES. È una notte storica quella degli Oscar. Per la prima volta, infatti, il miglior film dell’anno non è a stelle e strisce. Ma coreano. Del sud, ovviamente. Il premio va a Parasite del regista Bong Joon Ho che porta a casa la bellezza di 4 statuette prendendosi il palcoscenico dell’Academy. Con la sua storia di un bunker segreto per sfuggire agli strozzini aveva vinto anche la Palma d’Oro a Cannes.

Il miglior attore, invece, è il premio che più sembrava scritto nei cieli: la risata sferzante e le espressioni di vita di Joaquin Phoenix in Joker non lasciano spazio a rivali. Il premio è suo. Nel campo femminile Renè Zellweger supera tutti con la sua interpretazione del simbolo Garland in Judy.

La statuetta come miglior attore non protagonista è andata a Brad Pitt per “C’era una volta a Hollywood” con tanto di ringraziamenti sentiti a Quentin Tarantino e Leonardo Di Caprio a cementare un’amicizia che va oltre il set.

La miglior attrice non protagonista è Laura Dern per “Storia di un Matrimonio” distribuito da Netflix che oggi compie anche gli anni.

Tot Story 4 è il miglior film d’animazione con Woody che estrae dal cappello un record: è il primo franchise ad ottenere due Oscars.

La scenografia più bella per gli studios è stata quella di “C’era una volta a Hollywood” con la Beverly Hills che sarà poi scossa dall’eccidio di Cielo Alto.

I costumi che rimangono negli occhi, invece, sono quelli iconici di “Piccole Donne”. La miglior fotografia immerge nel clima di guerra di 1917.



Miglior sceneggiatura originale a Parasite, miglior sceneggiatura non originale a Jo Jo Rabbit, miglior cortometraggio The Noghbour’s Window, miglior cortometraggio animato The Hair Love, miglior documentario Fabbrica in Ohio, miglior cortometraggio documentario a Learning to Skateboard in a warzone (if you are a girl), miglior montaggio sonoro Le Mans ‘66, miglior sonoro 1917, miglior montaggio Le Mans ‘66, miglior trucco ed acconciatura Bombshell, miglior film internazionale Parasite, miglior regia Parasite, miglior colonna sonora Joker, miglior canzone originale Elton John e Bernie Taupin con I’m gonna Love me Again per Rocketman.

Alan Conti














Condividi