Silandro, tenta di uccidere un ciclista investendolo tre volte

SILANDRO. Ha tentato di ucciderlo investendolo tre volte con la propria macchina. È la follia andata in scena ieri pomeriggio (domenica 27 gennaio) nelle stradine di interpoderali tra i meleti venostani di Castelbello. Un cittadino macedone di di 40 anni stava pedalando sulla sua bicicletta con il cane husky al fianco quando è stato travolto da un’automobile. Inizialmente sembrava un brutto incidente ma il conducente della vettura ha subito invertito la marcia cercando di investire nuovamente il macedone. Fortunatamente lo ha colpito solo di striscio grazie all’intervento di un terzo automobilista che si è soffermato in soccorso del ferito. Non pago, l’investitore ha tentato per la terza volta il colpo letale dandosi poi alla fuga. Immediata la chiamata alle forze dell’ordine con l’arrivo della pattuglia dei carabinieri della stazione di Parcines e di un’ambulanza. Il ferito ha riportato solo ferite e contusioni agli arti e alla testa non tali da mettere in pericolo la vita.

A quel punto è scattata la caccia all’uomo alla guida di una monovolume individuata e fermata sulla Strada Statale poco dopo dagli stessi carabinieri grazie all’informativa diramata dalla caserma di Silandro. L’aggressore, un cittadino albanese noto alle forze dell’ordine per precedenti di polizia e per un ammonimento orale del questore di Bolzano su richiesta dell’Arma di Silandro, è stato fermato ed arrestato. Sul parafango e sul cofano della sua auto segni che per i carabinieri sarebbero inequivocabili. Lo stesso guidatore non avrebbe nascosto le proprie responsabilità.

L’investitore è stato fermato e trasferito all’ospedale di Bolzano per tentato omicidio mentre si cerca di ricostruire il movente. Gli inquirenti non escludono nulla: dalla motivazione passionale al regolamento di conti.

Alan Conti

Condividi