Selva Gardena, ragazza diciottenne prende a calci e sputi i carabinieri: denunciata

SELVA GARDENA. Giovanissima e molto arrabbiata. Intervento singolare per i carabinieri della stazione di Selva Gardena la scorsa notte. I militi, infatti, hanno denunciato una diciottenne per diversi reati dopo essere stati aggrediti e minacciati. Non senza una certa sorpresa.




Alle 2.20 di notte, dunque, una pattuglia impegnata in controlli di routine ha individuato due giovani che stavano camminando lungo una strada completamente immersi nel buio. Una situazione insolita che ha portato gli uomini dell’Arma a fermarsi per effettuare un controllo ed identificare i due ragazzi solitari. Il ragazzo appena vista la pattuglia è scappato di corsa velocemente nascondendosi dentro il limitrofo bosco facendo perdere le sue tracce tra gli alberi. A rimanere sulla strada, dunque, solo una giovane che ha fornito ai carabinieri il nome e il cognome di una sua conoscente senza accorgersi che uno dei militi la conosceva di persona. La ragazza, inoltre, appariva in evidente stato di confusionale. Alla richiesta di esibire un documento di identità, però, la diciottenne residente a Selva è esplosa scagliandosi violentemente verso i due carabinieri cercando di colpirli con calci e sputi. Solo a fatica i militi sono riusciti a calmarla chiedendo l’intervento dei soccorritori della croce bianca della sezione di Selva Gardena. E’ stata sedata e ricoverata all’ospedale San Maurizio di Bolzano dove si trova sotto osservazione. In tasca aveva un grammo di marijuana. E’ stata denunciata per i reati di violenza, resistenza, minaccia, oltraggio e lesioni a pubblico ufficiale oltre a rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità e falsa attestazione. Segnalata al prefetto, infine, quale consumatrice di sostanze stupefacenti.

Alan Conti