Ritrovato nell’Adige il corpo di Peter Neumair

TRENTO. Il corpo di Peter Neumair è riaffiorato dal fiume Adige questa mattina all’altezza di Ravina di Trento. La conferma dell’identità è arrivata alla Rai altoatesina dall’avvocato Carlo Bertacchi che tutela gli interessi della figlia Madè Neumair. Il ritrovamento è avvenuto in una zona tra massi e rovi all’altezza della pista ciclabile.



Ad accorgersene è stato un ragazzo che passeggiava con il suo cane nei pressi del museo Muse. Subito è stato evidente come la salma fosse in acqua da molto tempo. Immediato l’allarme con l’area che è stata isolata per permettere un facile accesso a polizia scientifica, vigili del fuoco oltre al nucleo sommozzatori e al personal sanitario. A quel punto il corpo è stato recuperato. L’identificazione, secondo quanto riportato da Ansa, sarebbe avvenuta grazie all’orologio che indossava. La certezza scientifica, naturalmente, potrà arrivare solo dopo l’esame del dna. (a.c.)


Il video del giorno