Merano, il questore chiude dieci giorni il Night Club “Bistro Viva”

MERANO. Dieci giorni di chiusura per il Night Club “Bistro Viva” in via Val di Nova a Merano. Questa la decisione del questore Enzo Giuseppe Mangini a causa dei molteplici interventi di polizia e carabinieri sia nel 2018 sia nel 2019 per sedare litigi o aggressioni fisiche tra persone alterate dall’eccessivo uso di alcolici. Lo scorso novembre, addirittura, un uomo girava nel locale armato di pistola completamente ubriaco: si trattava di una ex guardia giurata denunciata per ubriachezza e porto abusivo di armi. In altri casi gli avventori si sono scontrati con il gestore ed altro personale del locale con lesioni. A tutto questo si aggiunge, infine, l’assenza di addetti ai servizi di controllo in regola con la normativa.

Totalmente estraneo al provvedimento il Bar Viva che si trova al primo piano della stessa struttura

Alan Conti

Condividi