Merano, dalla Gara delle Papere raccolti 50.000 euro

MERANO. Settemila papere hanno trasformato il fiume Passirio in una vasca da bagno allegra. Come spesso accade le idee geniali sono anche quelle più semplici e far correre delle papere nelle acque più famose della città di Merano si è rivelata, ancora una volta, un’iniziativa vincente. A beneficiarne la solidarietà e i tanti spettatori accorsi sulle rive del fiume godendosi anche il sole di inizio estate. I sei service meranesi (Rotary Club, Lions, Rotaract Club, Kiwanis Club, Soroptimist Club e Round Table) che hanno organizzato l’evento hanno nuovamente colto nel segno. Le papere sponsorizzate (grandi 29 centimetri e personalizzabili al costo di 150 euro) sono state 600 e 7.000 quelle piccole di gomma (di 8 centimetri dal costo di 5 euro) per un ricavato complessivo di 50.000 euro che finanzieranno l’acquisto di una vettura a disposizione dell’associazione volontari nell’assistenza agli anziani di Lana. Sono stati 200, inoltre, i volontari coinvolti nella manifestazione di oggi (sabato 20 aprile) distinguibili con pettorine gialle con una papera stilizzate sulle spalle.

Moltissimi gli altoatesini accorsi per la gara con entrambe le sponde del Passirio gremite sia in occasione della gare delle papere sponsorizzate (in palio una cena con il sindaco di Merano Paul Rösch) sia per quella delle paperelle (con un centinaio di premi messi a disposizione da aziende e commercianti). Fondamentale il lavoro dei vigili del fuoco volontari che hanno gestito le operazioni nel fiume: dal rilascio delle papere fino alla raccolta per la riconsegna ai legittimi proprietari dopo il tragitto dal ponte della Posta a ponte Teatro. Sul sito della gara è possibile consultare già la lista dei vincitori dei cento premi delle paperelle mentre con 600 like la papera più votata su Facebook è stata quella dell’Asm Pattinaggio di Merano che si è conquistata la palma della migliore sul web. Per quanto riguarda la classifica delle papere sponsorizzate al primo posto abbiamo la papera dello studio “Dr Egon”, al secondo quella del servizio di radiologia dell’ospedale di Merano e al terzo quella dell’azienda “Südtirol Druck” di Cermes.

I soldi raccolti andranno a sostenere attività come i servizi di accompagnamento agli anziani, i pasti su ruote, il supporto alle famiglie con i bambini piccoli e organizzazione di attività di artigianato artistico. Tutto gestito da un’associazione che conta 200 volontari. Nella prima edizione il fondo raccolto fu di 40.000 euro quindi la manifestazione si conferma in forte crescita. Tra i partecipanti anche l’assessore provinciale Arnold Schuler. “Ho realizzato una papera in stile scozzese per renderla riconoscibile. Non ha vinto, la dobbiamo allenare meglio per la prossima gara. Scherzi a parte sono contento di aver preso parte ad un’iniziativa benefica che valorizza anche le bellezze naturali di questa città come il Passirio. Un evento azzeccato in tutto

Alla gara ha partecipato anche la nostra Bizì, la papera di Bz News 24. La sua gara non è stato molto fortunata e, oltre ad aver perso il cappello, è arrivata penultima. Peggio di lei solo una papera con un elmetto da cantiere rimasta incagliata contro un piccolo scoglio. Un elemento che la rende ancora più simpatica garantendole la nomina ufficiale a mascotte della nostra testata. La ritroverete come fedele compagna anche nei nostri servizi in futuro.

Alan Conti


Condividi