Måneskin, la rivoluzione che vince a Sanremo

SANREMO. Sono I Måneskin ad aver fatto la “Rivoluzione” a Sanremo come loro stessi hanno affermato. Dissacranti, anticonformisti, rompono ogni schema stilistico e musicale e ci portano nel sogno. La loro vittoria è la giusta riconoscenza ad un percorso scelto, voluto, per cui tanto hanno lottato. Sono artisti a tutto tondo che hanno la forza e la determinazione di non.essere ciò che la societá vorrebbe. I Måneskin sono ciò che suonano, ciò che sperimentano. Abbiamo imparato a conoscerli quando si affacciarono sul palco di X Factor, erano un diamante grezzo, si vedeva che erano un fuoco, una fucina di bravura e follia ma ancora acerbi. È stato il loro coach il grande Manuel Agnelli a volerli, a vedere oltre, a capire che se avessero trovato la loro identitá, la loro stada sarebbero esplosi magnificamente. E così è stato.

Giovanissimi, in quattro fanno 81 anni, si formano a Roma loro città. Inizialmente il gruppo era composto da Victoria De Angelis, l’unica ragazza e bassista e da Thomas Raggi chitarrista che erano compagni di scuola. Poi si aggiunsero Damiano David frontman della band e Ethan Torchio il batterista. Dai banchi del liceo Kennedy di Roma hanno intrapreso un viaggio nelle strade della Capitale, nelle feste di piazza a volte anche nelle case. La loro necessità era cantare, suonare, affermare la loro musica. Il loro genere è un rock, ma non convenzionale intriso di influenze funk e soul. Oltre alla voce riconosciuta ormai di Damiano sono da apprezzare moltissimo i musicisti, riescono così giovani in imprese titaniche, suonano con una maestria innata come se avessero anni e anni di bagaglio sulle spalle. Sono formidabile unici e irripetibili. Insomma talento puro.

Il termine Maneskin significa ‘chiaro di luna’ in danese la lingua di origine di Victoria fondatrice del gruppo. Favoloso anche il loro stile, durante le serate del Festival ci hanno deliziato. I loro vestiti, meravigliosi, sono stati disegnati appositamente per loro da Etro con il supporto imprescindibile del loro talentuoso Stylist Nick Cerioni, che pensate è anche lo stylist di Achille Lauro e udite udite di Orietta Berti. I Måneskin dedicano questa vittoria al loro Professore che a scuola gli ripeteva “State zitti state buoni” ma non si può deviare il corso della natura. La lava ora è uscita forte e incandescente e nulla si può fare per fermarla, possiamo solo ammirare incantati lo spettacolo che ogni volta ci offre.”E buonasera signore e signori. Fuori gli attori…..Sono fuori di testa ma diverso da loro”.

Chapeau.


Manuela Piazza


Il video del giorno