L’orso Papillon M49 diretto verso l’Alto Adige

TRENTO. L’orso M49 o Papillon (come hanno iniziato a chiamarlo i media che contrastano la scelta di una sigla come nome per evitare affezione nella popolazione) starebbe puntando verso l’Alto Adige. Il corpo forestale trentino, infatti, ha controllato una segnalazione di un’impronta a Giovo sul versante di Faedo, a pochi chilometri dalla provincia di Bolzano. Si tratta proprio di Papillon che dopo un mese sulla Marzola dopo la sua fuga dal recinto di Casteller si starebbe spostando verso nord. I colleghi trentini hanno avviato i forestali altoatesini e l’orso potrebbe presto diventare una faccenda gestita da Palazzo Widmann.

Diventano tre a questo punto le segnalazioni di orme di Papillon oltre ad un avvistamento fisico a Chegúl. L’orso, scappato da un mese e catturato perché considerato di difficile gestione, in trenta giorni di latitanza senza radiocollare non ha causato alcun tipo di problema nè procurato danni.

Alan Conti


Condividi