Lido di Bolzano, via libera al museo

BOLZANO. Il consiglio comunale di Bolzano ha approvato ieri (giovedì 21 marzo) una mozione presentata da Andrea Bonazza (Casapound) per allestire un museo sulla storia sportiva ed architettonica del Lido. In realtà il termine museo è impreciso. “Più specificatamente si tratta di una mostra illustrata che ripercorra il percorso di una eccellenza nazionale ed internazionale della nostra città. Dal punto di vista urbanistico parliamo del primo Lido artificiale in Italia con un sistema di drenaggio delle acque dell’Isarco. Sotto l’aspetto sportivo abbiamo eccellenze che non devo nemmeno spiegare come i Cagnotto o Karl Dibiasi. Da Bolzano sono passati anche tutti i più grandi campioni nazionali di tuffi e nuoto. Tra loro anche Bud Spencer”.

In alcune aree non sottoposte a vincolo architettonico, dunque, saranno installati dei pannelli impermeabili che ripercorreranno le varie fasi della storia dell’impianto. Ad alcune associazioni sportive e campioni sarà chiesto di donare qualche trofeo o cimelio.

L’approvazione della mozione è stata quasi unanime.

Alan Conti