Laives, piano traffico del Pd: “Da via Kennedy alle rotonde, così la città va aiutata”


LAIVES. Il traffico sarà un nodo cruciale della prossima legislatura a Laives e la campagna elettorale ha aperto un fronte di riflessione sul futuro della mobilità cittadina. Viabilità su cui interviene il Pd di Laives con i capilista Sara Endrizzi, Andrea Spinelli e Dino Gagliardini. “Non ci si può fermare solo alla Statale 12 e agli accordi con Bolzano, il discorso è molto più ampio”.
VIA KENNEDY. L’arteria centrale di Laives è sempre al centro dell’attenzione. “Purtroppo la situazione è ancora critica perché l’apertura della galleria non ha portato i miglioramenti che ci si aspettava. La strada è ancora percorsa da moltissimi veicoli e lo smog con l’inquinamento acustico rimangono rilevanti. Un malcontento, inoltre, riportato dagli stessi residenti o dai cittadini che camminano lungo marciapiedi scarsamente funzionali a mamme con i passeggini, persone anziane o disabili”. Una realtà che rende via Kennedy anche poco attrattiva: “E’ quasi impossibile, per esempio, sedersi ad un tavolino di un locale e restarci con serenità senza essere disturbati dal suono di fondo e dagli scarichi dei veicoli. Questo comporta uno scarso appeal imprenditoriale e il rischio, alla lunga, di uccidere il commercio di vicinato della via. Il nostro obiettivo è quello di avviare la riqualificazione di Via Kennedy strutturando un centro commerciale naturale a cielo aperto con iniziative mirate a mettere proprio gli esercenti al centro delle scelte”. Il traffico, in tutto questo, rimane la strozzatura più evidente. “Non si è mai pensato di calmierare davvero i transiti delle auto non necessarie in Centro dando respiro a chi abita o lavora a nord o sud della via”.


VIA MARCONI. Una delle zone di sviluppo residenziale più spinto a Laives è sicuramente via Marconi. “Indubbiamente i nuovi insediamenti stanno modificando anche la viabilità di questa strada. Aumenteranno, logicamente, le famiglie residenti che percorreranno una via che già adesso è in difficoltà. Andrà posta massima attenzione ai volumi di traffico, alla velocità dei veicoli e al rumore da essi generato”.


ROTONDA LAIVES NORD Una situazione particolare si crea, invece, per chi deve recarsi da San Giacomo e Pineta al centro di riciclaggio di Laives o alla zona sportiva. “Arrivando da nord – continuano i candidati Pd – si è obbligati ad arrivare fino a quasi al Centro prima svoltare e percorrere tutta la via Galizia caricandola di una notevole mole di veicoli. Stesso identico percorso per raggiungere il cimitero. Si potrebbe risolvere questo inutile giro, fonte di inquinamento e pericoli, realizzando una strada che parta dalla rotonda a nord e conduca fino al centro di riciclaggio o al Galizia. Strada un tempo prevista, ma, purtroppo, stralciata recentemente”.


PISTE CICLABILI. L’implementazione della rete ciclabile è un altro aspetto che va considerato sotto molteplici aspetti. “Siamo tutti ovviamente molto felici di avere più reti ciclabili ma bisogna anche dire che sono tutte oggettivamente difficili da raggiungere perché bisogna sempre passare per via Kennedy oppure per via Marconi senza avere particolari accessi diretti. Per questo siamo favorevoli alla realizzazione di una pista pedociclabile da realizzare lungo al fossa Landgraben”.


LA ROTONDA A LAIVES SUD. A Laives sud all’altezza della caserma dei carabinieri si trova un altro snodo centrale. “Andrebbe rispolverato – continuano Endrizzi, Spinelli e Gagliardini – il progetto di una rotonda. Era stata ipotizzata una trattativa del Comune con il Demanio per rilevare la proprietà necessaria ma poi non si è più sentito nulla di questa prospettiva. Può essere una soluzione anche per i flussi in entrata ed uscita su Via Marconi oltre a disincentivare il passaggio di chi transita per Laives per abitudine. Chi deve raggiungere la zona a sud di Laives, insomma, deve essere incentivato ad utilizzare la galleria senza attraversare la città”.


TERZO LOTTO GALLERIA VIRGOLO. A prendersi la scena della cronaca tra Laives e Bolzano è, invece, il terzo lotto della galleria del Virgolo. “Siamo assolutamente favorevoli al prolungamento della Strada Statale cosi come previsto dal progetto predisposto dall’allora assessore provinciale ai lavori pubblici Christian Tommasini.
Inoltre, deve essere prioritario un tavolo permanente di confronto tra Bolzano e Laives per affrontare temi di interesse comune.

Foto Pd Laives