Laives, il taser alla municipale spacca il consiglio comunale

LAIVES. Il taser in dotazione alla polizia municipale ha agitato ieri il consiglio comunale di Laives. Sul tavolo la discussione per approvare la modifica al regolamento comunale che autorizzi gli agenti ad usare la scarica elettrica nei casi estremi. Di per sè non uno strumento mortale ma che può avere delle ripercussioni per l’incolumità delle persone. Come riporta in modo più ampio Bruno Canali sul giornale Alto Adige Giorgio Zanvettor (Verdi) e Dario Volani (Civica Fides) hanno chiesto di stralciare questa possibilità. “Persino il decreto sicurezza prevede che il taser possa essere utilizzato nei Comuni con più di 100.000 abitanti”. “Ovvio che serva l’autorizzazione ministeriale secondo il grado di criminalità – conferma il sindaco Christian Bianchi – ma nel regolamento se ne prevede semplicemente la possibilità. Non che domani andiamo ad acquistarli”. (a.c.)


Condividi