Laces, falso medico abusava delle minorenni pazienti

LACES. Fingeva di essere un medico e, con le minorenni che gli venivano affidate in cura, si lasciava andare ad abusi sessuali. È pesantissima l’accusa che i carabinieri di Merano e i Nas di Trento hanno formulato ai danni di un cinquantenne di Laces subito dopo l’arresto avvenuto ieri pomeriggio (giovedì 6 giugno). L’ordinanza di custodia cautelare é stata emessa dal Gip di Bolzano.

Erano ancora gli anni ‘90 quando l’uomo ha allestito presso la sua abitazione un ambulatorio con tanto di attrezzatura specialistica di tipo sanitario, tariffari e referti diagnostici. Eppure era solo un pranoterapeuta. Nel concreto avrebbe esercitato pienamente l’attività di medico con specializzazione in medicina alternativa. Il tutto senza possedere validi titoli per farlo. In alcune circostanze i carabinieri avrebbero documentato abusi con atti sessuali ai danni di pazienti di piccola età. In particolare aveva instaurato legami sentimentali con minori diciassettenni che si erano rivolte a lui, tramite i genitori, per curare dei disturbi alimentari. Il falso terapeuta avrebbe regalato alle ragazze vestiti, smartphone e, qualche volta, weekend in alcune città italiane assieme a lui.

Nell’ambulatorio è stato sequestrato materiale comprovante l’attività medica e supporti elettronici ed informatici per verificare se vi siano altri casi di giovani abusate. L’uomo si trova in carcere.

Alan Conti


Condividi