Istat: in Italia 85.624 morti in più nel 2020

BOLZANO. L’Istat ha pubblicato la statistica relativa alla mortalità del 2020 con un incremento del 19% e di 85.624 decessi in più rispetto alla media 2015-2019. I morti per Covid 19 nel nostro Paese sono stati, conti alla mano, 55.576 quindi una cifra totale inferiore all’incremento. L’Istituto di statistica sta ora ragionando sull’eccesso di 30.048 decessi non legati al Covid ipotizzando due strade: che siano vittime di Coronavirus non rilevato oppure che siano vittime di altre patologie che lo stress sanitario dell’emergenza Covid non ha permesso di curare.

Non è nemmeno detto che dipendano dal virus ma ci sono altri dati che lascerebbero pochi dubbi sulla correlazione. L’incremento della mortalità, infatti, non è distribuito uniformemente nel Paese ma ha sbalzi significativi in quei territori fortemente colpiti dalla pandemia: +86% Bergamo, +76% Cremona, +62% Lodi, +57% Brescia e +41% Milano. Solo la Lombardia ha un eccesso di 10.000 morti. La relazione sembra stretta anche se va ancora spiegata nel dettaglio.

Alan Conti