Ipes, martedì la decisione della Provincia di Bolzano sul presidente

BOLZANO. La prossima sarà la settimana del presidente dell’Ipes. Nuovo o confermato. Martedì in giunta provinciale, infatti, Svp e Lega si confronteranno per decidere il rinnovo del cda (al momento presidente Heiner Schweigkofler e vice Primo Schönsberg e Manuela Paulmichl). La questione, come spesso accade in Alto Adige, ha preso una piega squisitamente etnica dopo che la competenza è passata in mano all’assessorato di Waltraud Deeg. La Lega starebbe spingendo per la candidatura di due donne (più sfilato Luigi Nevola secondo il giornale Alto Adige) mentre l’Svp, di solito sempre attenta all’equilibrio etnico con il bilancino, stavolta chiede di ragionare nel merito.

Poco spazio, dunque, ai nodi determinanti legati al futuro dell’Ipes e alla visione per l’Istituto degli eventuali candidati, al di là della lingua che parlano. Schweigkofler vorrebbe continuare il suo lavoro con la stesura di un protocollo che prevede realtà promiscue tra alloggi privati e dell’Ipes in modo da evitare, in futuro, la creazione di “ghetti” come spesso è accaduto in passato soprattutto a Bolzano e Merano. (a.c.)