Impianti da sci, doccia fredda del Cts: “Capienza dimezzata dopo il 7 gennaio”

ROMA. La riapertura totale degli impianti sciistici il prossimo 7 gennaio sarebbe a forte rischio. Ieri il Comitato Tecnico Scientifico ha, di fatto, bocciato le linee guida delle Regioni per questo settore. È stato rilevato “un alto rischio di aggregazione nelle ore di punta”. Se le seggiovie potrebbero tornare a trasportare il 100% della loro capienza (con obbligo di mascherina e divieto di abbassare la calotta anti vento), cabinovie e funivie dovranno essere dimezzate. Il tutto con un sistema di prenotazione degli skipass online per contingentare gli accessi.

Alan Conti

Foto Pexels