Cosa succede quando muore un cinese?

BOLZANO. “Hai mai visto un funerale di qualche cinese?” È una domanda che prima o poi alcuni si sono fatti e alla quale non si é trovata risposta. Varie e disparate sono le teorie sul perché non si veda di frequente una lapide o un rito funebre di qualche personaggio, anche conosciuto, della comunità cinese di qualunque città italiana. Tra le più colorite spicca la teoria del complotto, dove il nome del defunto viene “preso” da un altro conterraneo che arriverà nel nostro paese dalla Cina con la sua nuova identità. Tutto questo verrebbe sfruttato dal fatto che la grafica cinese sia incomprensibile e dalla omogeneità somatica. Ma parliamo seriamente. I riti funebri dei cinesi ovviamente esistono, sono molto particolari e complessi. In Italia incontrerebbero numerose difficoltà nell’ organizzare una circostanza del genere in terra straniera. Sarebbe necessario affrontare inevitabili problemi di carattere linguistico e burocratico. Tutto quanto sommato ovviamente al dolore dei famigliari per il lutto appena subito. Un rito funebre in Cina é molto caratteristico e per noi sarebbe particolarmente “invasivo”. Lunghe preghiere e marce su strade accompagnate da bande musicali con frastuono di petardi, distinguono infatti, una cerimonia funebre cinese da quella italiana.

Cosa accade dunque quando muore un cinese?
Quando non esistono parenti in Italia, si attiva, tramite i compaesani, una raccolta di denaro per trasferire il defunto verso la propria terra punto qui famiglia e gli amici potranno confortare il proprio dolore secondo la cultura cinese. Il rito funebre, dunque, in Cina è preso molto seriamente perché, stando alle tradizioni, un funerale male organizzato potrebbe portare sventura alla famiglia.
I riti funebri cambiano a secondo dall’età del defunto e dalla causa della morte. Dalla posizione sociale, e dallo stato civile.
Invece dalla ricchezza della famiglia può dipendere quanto tempo il corpo del defunto resterà esposto al pubblico e quante persone verranno a piangerne la scomparsa.
Tutto normale dunque. “Mistero” risolto.

Luca Vaccarino

 

Alan Conti

Alan Conti, direttore responsabile Bz News 24. Peregrinando tra redazioni e televisioni. Città e situazioni. Sempre alla ricerca della prossima notizia da raccontarvi.

Alan Conti has 5744 posts and counting. See all posts by Alan Conti

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?