Coronavirus, rischio aule vuote lunedì in Alto Adige

BOLZANO. La Provincia di Bolzano ha deciso di riaprire le scuole il prossimo lunedì. Giorno della fine delle ferie di Carnevale: ad eccezione degli asili nido le precauzioni per il Coronavirus non avranno alcun impatto sul calendario scolastico altoatesino ma silente si annida, in queste ore, un dubbio sulle presenze. Moltissime, infatti, le chiamate arrivate ai medici di base, alle segretarie scolastiche e ai sindacati. Maestre ed insegnanti sono preoccupati, qualcuno ha timore ad entrare in classe. Altri sono di rientro da zone con casi numerosi di contagio e ritengono più sicuro mettersi in auto isolamento per non creare alcun rischio agli alunni. Anche senza contatti diretti con le aree rosse. Altri docenti presentano realmente qualche sintomo di malessere (semplicemente di stagione) e, laddove altre volte avrebbero stretto i denti, stavolta scelgono la massima cautela e rimarranno a casa.

Lo stesso dicasi per i genitori: sono tanti le mamme e i papà che sono preoccupati dal mandare i figli a scuola.

La situazione in Alto Adige rimane stabile e non vi sono indicazioni di particolari pericoli di contagio nelle aule scolastiche. Il bilancio è fortunatamente fermo al singolo caso positivo dell’uomo di 31 anni di Terlano e chi ha avuto contatti con lui, per ora, è sempre risultato negativo. Al di là di questo, però, il timore collettivo potrebbe portare ad un fioccare di malattie e assenze che potrebbe ugualmente inficiare la qualità delle lezioni.

Il responso lunedì mattina.

Alan Conti