Coronavirus, pronto soccorso altoatesino sommerso di telefonate

BOLZANO. Come immaginabile anche gli altoatesini sono preoccupati dalla diffusione del Coronavirus in Italia in territori limitrofi. Mentre i vertici politici, sanitari e militari sono impegnati delle riunioni di coordinamento al pronto soccorso di Bolzano arrivano centinaia di telefonate. Ingente mole di lavoro per gli operatori che cercano di rassicurare i cittadini. Alcuni chiedono informazioni, altri denunciano qualche sintomo.
Il numero di pubblica utilità, in ogni caso, è quello attivato dal Ministero della Salute 1500 e l’Azienda Sanitaria provinciale ha ricordato a chiunque presentasse dei sintomi di rivolgersi al proprio medico di base senza presentarsi assolutamente di persona al pronto soccorso. (a.c.)