Bolzano, Laura Perselli è morta per asfissia

BOLZANO. Laura Perselli è morta per asfissia. Questa sarebbe una prima, fondamentale, indicazione che arriva dall’esame autoptico eseguito ieri sul corpo della donna. La premessa è che si tratta di indiscrezioni mediatiche che non hanno ancora ricevuto l’ufficialità da parte della procura. Non solo: ci vorranno almeno dieci giorni per avere un quadro completo di tutti i risultati dell’autopsia.

Quello che filtra, però, è che Perselli abbia perso la vita probabilmente dopo essere stata strangolata con una corda o una collana. Sul collo presenti segni evidenti che sono stati fotografati diverse volte dal professor Dario Raniero incaricato dell’esame. Con lui anche l’anatomopatologo Eduard Egarter Vigl nominato come consulente della difesa. Diversi i prelievi di tessuti che dovranno dare risposte certe entro una decina di giorni.

Alan Conti