Bolzano, chiosco aperto dopo le 18.00: denunciati titolare ed avventori

BOLZANO. I controlli della polizia del rispetto delle disposizioni per il contenimento del contagio da Coronavirus sono iniziati ieri. Gli agenti hanno fermato pedoni, ispezionati autoveicoli e controllato il rispetto degli orari di chiusura degli esercizi tra sanzione ed informazione. Nonostante la maggioranza dei cittadini si sia comportata regolarmente (compilando le autocertificazioni al momento del controllo e con validi motivi di spostamento) sono stati necessari alcuni provvedimenti. Tre soggetti sono stati trovati senza motivo nei pressi di un chiosco (il nome non viene fornito dalla questura) dopo le 18.00: sono stati denunciati per l’articolo 650 del codice penale (“Inottemperanza degli obblighi dell’Autorità”) e rischiano una condanna a massimo tre mesi oppure un’ammenda di massimo 206 euro. Stesso provvedimento è stato preso nei confronti del titolare dell’esercizio con, in aggiunta, la trasmissione all’amministrazione comunale della richiesta di sospensione della licenza.




I controlli di tutte le forze dell’ordine (polizia di Stato, carabinieri, guardia di finanza e polizia municipale) saranno minuziosi e capillari anche nei prossimi giorni per ridurre al minimo i rischi di contagio. (a.c.)

Fonte: Polizia di Stato

Foto: Generica Calabria News