Bolzano, azoto nell’acqua: chiusa cucina della mensa delle Chini

BOLZANO. Troppo azoto ammoniacale nell’acqua. Questo il motivo che ha portato alla chiusura della cucina della mensa della scuola primaria Chini ai Piani di Bolzano. Come riporta il sito dell’Alto Adige una rilevazione dello scorso 19 dicembre avrebbe riportato un valore di 0,57 milligrammi per litro di azoto ammoniacale contro una soglia limite di 0,50. Per precauzione è stato scelto di chiudere la cucina e servire ai bambini pasti preparati nella struttura di via Roen. Gli insegnanti, inoltre, faranno in modo che i 160 bambini non bevano l’acqua del rubinetto ma si servano di bottigliette. Ad accorgersi dell’anomalia è stato il laboratorio della Cirfood, l’azienda che cura il servizi di ristorazione per il Comune. L’amministrazione segue passo dopo passo la situazione con l’assessore Monica Franch e il direttore di ripartizione Carlo Alberto Librera. Il tutto a livello precauzionale e non emergenziale.

L’azoto ammoniacale potrebbe derivare da scarichi fognari o zootecnici ma è solo una delle tante ipotesi. Andrà anche verificato se il problema sia relativo all’impianto fognario o all’acquedotto. L’irregolarità nella rilevazione potrebbe, infine, essere semplicemente un’anomalia passeggera. (a.c.)



Lascia un commento