Bolzano, abusó della figlia di 5 anni: condanna ridotta a 10 anni

BOLZANO. È stata ridotta in appello da 12 a 10 anni la condanna di un padre che abusó sessualmente della figlia per circa tre anni da quando la piccola aveva 5 anni. Il fatto emerse quando la bambina inizió a rifiutare gli incontri settimanali con il papà stabiliti dal Tribunale dei Minori in sede di divorzio dei genitori nel 2012. L’uomo, che si è sempre dichiarato innocente, in appello si è affidato alla difesa di Nicola Nettis che ha ottenuto una perizia psichiatrica come spiega Mario Bertoldi sul giornale Alto Adige. Per quella svolta dal perito nominato dalla Corte l’imputato sarebbe stato perfettamente in grado di intendere e volere, per quella elaborata dallo specialista della difesa avrebbe evidenziato problemi neurologici in grado di causare, quantomeno, la semi infermità mentale. I giudici, tuttavia, non l’hanno riconosciuta ma hanno comunque attenuato la pena. (a.c.)

Maggiori dettagli nell’edizione odierna del giornale Alto Adige




Notice: Undefined index: img in /home/vvjzvqfc/public_html/wp-content/plugins/ct-ultimate-gdpr/includes/views/cookie-popup.php on line 116