Banconote false a Bressanone, fermati due ragazzi

Banconote false BressanoneBRESSANONE. Si aggiravano a Bressanone spendendo banconote false nei negozi oppure chiedendo ad alcuni cittadini di cambiare i contanti in tagli più piccoli. Due ragazzi di 18 e 19 anni (entrambi di origine maghrebina, uno residente nella città vescovile e l’altro a Bolzano) sono stati fermati dai carabinieri della compagnia di Bressanone. Avevano fatto acquisti con il denaro artefatto in tre negozi della città e, quando sono stati individuati, avevano appena avvicinato un cittadino alla fermata dell’autobus chiedendo di cambiare una banconota da 50 euro.

Ad innescare le indagini è stata la veloce segnalazione da parte dei commercianti che ha permesso, assieme alle diverse testimonianze e alla visione delle immagini dei circuiti di videosorveglianza, di identificare i responsabili. Già a marzo i due si erano resi protagonisti di un reato simile a Bolzano utilizzando, in quell’occasione, anche un coltello per essere ancora più convincenti.

Il ragazzo residente a Bressanone è stato arrestato e trasferito nel carcere di Bolzano (le generalità non vengono fornite dalle forze dell’ordine e dalla procura) mentre il complice è stato denunciato a piede libero. (a.c.)