Anomala nube radioattiva nel Nord Europa

BOLZANO. Un picco di radioattività anomala è stato registrato dall’istituto olandese Rivm nel Nord Europa. Gli strumenti hanno trovato iodio 131 in Norvegia, cesio 134, cesio 137, cobalto 60 e rutenio 103 in Svezia e Finlandia. Nessuno di questi elementi, di breve durata, ha una concentrazione tale da rappresentare un pericolo per la salute umana o l’ambiente ma rappresenta, probabilmente, un problema con un elemento combustibile di una centrale nucleare civile. Secondo gli scienziati la radioattività sembra arrivare dalla Russia occidentale (comprensiva di Lettonia ed Estonia) e il primo pensiero è andato alle centrali di Leningradskaya e Kolskaya che hanno negato la presenza di anomalie. (a.c.)