Alto Adige, via allo screening su un campione di 4.000 persone

BOLZANO. Presentata oggi dalla Provincia e dall’Azienda Sanitaria la fase 2 dello screening sulla popolazione chiamata “Monitoraggio Alto Adige”. In sostanza un campione di 4.000 altoatesini selezionato da Astat ed Eurac Research sarà chiamato a sottoporsi ad un tampone rapido una volta la settimana per un mese. Si tratterà di 500 persone per ogni comunità comprensoriale e per la città di Bolzano. A queste vanno aggiunte 900 provenienti da scuole ed asili e 300 studenti maggiorenni delle scuole secondarie. Il tutto per quattro mesi per un totale di 20.000 persone.

I test saranno gratuiti e volontari. La partecipazione avverrà mediante consenso scritto. Chi sarà inserito verrà avvisato da Comuni o direzioni scolastiche. I tamponi settimanali potranno essere eseguiti nelle farmacie o presso i medici di base aderenti. In alternativa, su appuntamento, possibilità di recarsi al drive in undici postazioni previo appuntamento.

Rimangono possibili anche screening veloci in zone circoscritte all’insorgere di eventuali focolai.

Alan Conti

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?