Alto Adige, riparte il tracciamento dei contatti: coinvolti medici e pediatri

BOLZANO. L’Azienda sanitaria altoatesina ha ripreso il tracciamento dei contatti dei positivi al Covid 19. Il rallentamento dei numeri ha consentito di riavviare il percorso stavolta con l’aiuto dei medici di base e dei pediatri. Saranno loro ad inserire nella piattaforma digitale dei dati il primo livello di contatto: famigliari e conviventi. Hanno già aderito 170 professionisti su 360 e vale solo per coloro che già effettuano i test rapidi. I contatti saranno poi presi in carico dal Dipartimento di prevenzione e dall’Unità Epidemiologica. (a.c.)