Alto Adige, quella lunga attesa di un’ordinanza…

BOLZANO. A 36 ore dall’annuncio della Provincia di Bolzano di un lockdown più severo ancora l’amministrazione non ha pubblicato e diffuso la relativa ordinanza. Un procedimento singolare considerando che si tratta dell’unico documento a fare fede per l’applicazione delle norme. Non valgono, infatti, nè i comunicati stampa nè le conferenze stampa. Anzi, solitamente per creare meno confusione questi passaggi sono contestuali alla pubblicazione dei documenti (il premier Giuseppe Conte, per esempio, si presentava ai discorsi solo dopo aver firmato i Dpcm).

Una scelta che ha creato molta confusione e rabbia in diversi settori come testimoniato dalle associazioni di categoria. Uno stallo che, involontariamente, ha anche prestato il fianco alla diffusione sulle app di messaggistica di un’ordinanza farlocca della scorsa primavera che qualcuno ha deciso di alterare camuffandola nel nuovo documento. Oggi, forse, l’attesa ufficialità. (a.c.)