Alto Adige, la Provincia chiude la ristorazione e consiglia le Ffp2

BOLZANO. È stata pubblicata oggi la nuova ordinanza provinciale firmata dal presidente Arno Kompatscher. Dal 31 gennaio al 15 febbraio la Provincia sospende tutte le attività di ristorazione consentendo solo il servizio di asporto (e domicilio) dalle 5 alle 22. L’accesso deve avvenire in sicurezza e all’esterno dei locali non devono formarsi assembramenti. Non è chiaro cosa si intenda per “esterno” non essendoci nel documento specificate distanze o altre indicazioni di prossimità. I ristoranti degli alberghi potranno continuare la normale attività ma solo per gli ospiti.

Sempre chiuse le attività nelle palestre e nelle piscine con accesso limitato ad una sola persona con il personal trainer.

C’è poi il capitolo delle raccomandazioni (che valgono come tali, quindi senza alcune in posizione). Poco più che consigli. Nelle premesse la mascherina Ffp2 viene indicata come il dispositivo più sicuro ma l’ordinanza semplicemente consiglia di usarla senza puntarci come imposizione. Raccomandato anche di non accogliere in casa persone non conviventi se non per motivi di lavoro o necessità. Consigliato di utilizzare le mascherine anche nelle abitazioni in caso di presenza di non conviventi. Anche questo, però, senza obbligo.

Alan Conti