Bressanone, svaligia una gioielleria del Centro: i passanti lo fanno arrestare

BRESSANONE. I carabinieri della compagnia di Bressanone hanno arrestato nella notte di ieri un uomo di 33 anni di origine romena dopo un furto con spaccata ai danni di una gioielleria del centro della città vescovile. Fondamentale, in questo caso, la segnalazione di alcuni passanti che hanno avvertito dei rumori sospetti allertando subito il numero d’emergenza. Il ladro ha spaccato la vetrina infrangendola con un oggetto contundente per poi ripulirla di tutto ciò che è riuscito ad arraffare. A quel punto ha tentato di darsi alla fuga a piedi ma, nei pressi della Porta del Sole, ha trovato una delle pattuglie del nucleo radiomobile disposte agli accessi del Centro storico proprio per impedirgli l’uscita. Uno schema coordinato dalla centrale operativa.

L’uomo è stato trovato ancora con le mani sanguinanti a causa dei tagli che si è procurato durante lo sfondamento della vetrina. Addosso aveva pure la refurtiva che, dopo una approfondita perquisizione, è stata restituita interamente ai legittimi proprietari. Tra i monili recuperati almeno una ventina tra collane e braccialetti di vari materiali preziosi. Occultati anche alcune paia di orecchini di valore prelevati dalla vetrina con tutto il supporto espositivo. Dopo le medicazioni sanitarie necessarie, infine, il ladro è stato trasferito nella casa circondariale di via Dante a Bolzano a disposizione dell’autorità giudiziaria. Per il reato di furto aggravato rischia la reclusione da due a sei anni oltre ad una sanzione tra 927 e 1.500 euro.

Alan Conti

Foto Carabinieri Bressanone


Il video del giorno