Young Caritas, a Bolzano i giovani portano la spesa agli anziani

VALENTINA GUARIENTO

BOLZANO. Da quando incontrare altre persone può essere causa di contagio (da Covid-19), l’attività dello stare ‘insieme agli altri’ è diventata poco sicura e quindi poco praticabile. Ma è proprio questo lo slogan che ha accompagnato fin dall’inizio dell’epidemia i giovani volontari della Young Caritas. “L’idea di offrire un servizio che permetta agli anziani, alle persone più fragili e a chiunque sia obbligato a stare in quarantena di ricevere la spesa direttamente davanti al portone di casa, ci ha colpiti subito – spiega Marco Valente collaboratore Caritas – il servizio, ora reso più capillare rispetto al primo lockdown, può essere richiesto chiamando il numero Caritas della sezione del proprio Comune.” Questo, come ha spiegato Valente, è stato possibile grazie ai giovani volontari dei centri e dei gruppi, che in base alle esigenze mettono a disposizione il loro tempo in modo gratuito. Per questo motivo abbiamo voluto parlare con Valentina Guariento, studentessa universitaria che nel tempo libero concilia studio e volontariato. “In primavera mi trovavo alla mia prima esperienza e ho immediatamente dovuto rispondere alle richieste di alcune persone. Un numero richiesto superiore a quello di oggi”. Come ha voluto sottolineare la giovane volontaria però molti anziani non avevano solamente la necessità di ricevere a casa la spesa, ma coglievano l’occasione per socializzare e sentirsi così meno soli: “La solitudine che provano molte persone che cerchiamo di aiutare si percepisce. Tutt’oggi molti anziani a cui offriamo il nostro servizio ci aspettano alla porta di casa con il sorriso e questa è la gratificazione più grande.”



MARCO VALENTE

L’obiettivo delle iniziative Young Caritas non è infatti solo quello di offrire un servizio ma creare anche connessioni e socialità tra la gente. Tra le attività proposte in tempi di Coronavirus, infatti, ci sono anche i ‘messaggi in bottiglia’. “Chiunque può inviarci al nostro indirizzo mail un messaggio, una poesia oppure una riflessione che noi faremo arrivare a chi in questo momento si sente più solo – ha spiegato Marco Valente – così diamo valore alle relazioni.” In conclusione, la possibilità di ricevere direttamente a casa la spesa è rivolta a chiunque ne abbia la necessità, parallelamente chiunque può prendere parte attiva alle iniziative Young Caritas, perché come ha sottolineato la giovane volontaria Guariento: “è bello sentirsi parte di un meccanismo che funziona davvero e avere così la consapevolezza che i nostri gesti possono fare la differenza ed essere d’aiuto alla quotidianità delle persone”.

Andrea Dalla Serra

Alan Conti

Alan Conti, direttore responsabile Bz News 24. Peregrinando tra redazioni e televisioni. Città e situazioni. Sempre alla ricerca della prossima notizia da raccontarvi.

Alan Conti has 5744 posts and counting. See all posts by Alan Conti

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?