Terapie Intensive: in Italia occupazione al 41%

ROMA. Nonostante dati nazionali in lieve ma costante miglioramento in Italia si fatica a far scendere l’incidenza di Covid 19 nelle terapie intensive. Il dato, assieme a quello dei decessi, è comunque l’ultimo a scendere. In Italia, dunque, è occupato da pazienti infetti da Sars Cov 2 il 41% dei posti letto in terapia intensiva (la soglia critica è fissata al 30%). In 14 regioni si supera la soglia d’attenzione: Lombardia (61%), Piemonte (59%), Provincia Autonoma di Trento (57%), Marche (56%), Emilia Romagna (48%), Friuli Venezia Giulia (45%), Puglia (44%), Toscana (44%), Lazio (42%), Umbria (40%), Valle D’Aosta (40%), Molise (36%), Liguria (35%), Abruzzo (33%). Le situazioni migliori, invece, si riscontrano in Provincia di Bolzano (16%) e Basilicata (14%). (a.c.)


Il video del giorno